Tutto su Harley-Davidson Sporster: la storia, le special e la pubblicità fatta in Italia dagli anni novanta. Una sezione dedicata alle Buell motorizzate Harley-Davidson.

mercoledì 6 aprile 2016

Heroica





Roberto Demaldè, il boss di Harley-Davidson Parma, presenta questo Sportster che sembra uscito impolverato dal fienile di casa, dopo lustri di riposo forzato.....

 

Fin dalle prime foto della Heroica, si capiva che Roberto avrebbe attinto ad un passato lontano per la costruzione della sua moto. Un passato legato alle gare. Non solo il nome lo lasciava intendere, unitamente al tipo di verniciatura, ma numerosi dettagli come il cupolino, che sembrava costruito messo lì per qualche vecchia gara di endurance, unitamente a codone e serbatoio. Il tutto armonizzato da una continuità delle linee, che creavano l'armonia perfetta del mezzo. Chi ama i “vecchi tempi” non può che ammirare l'Heroica, oltretutto notando alcuni dettagli come l'estremo lavoro effettuato sul codone (in origine decisamente brutto) prelevato da una XR 1200 e lavorato per integrarne le tabelle porta numero e rendere poco visibile il posto del passeggero o gli scarichi costruiti in casa.  
L'Heroica, oltre a richiamare un passato motociclistico a misura d'uomo, ha quel qualcosa di entusiasmante che portava in se la Triumph Daytona Super III 900 degli anni novanta, con i pistoni Cosworth. Una moto che ha fatto storia nel recente passato del marchio inglese ed entrata nel cuore degli appassionati come, ci auguriamo, la Heroica!

UP: il bellissimo lavoro effettuato sulle sovrastrutture e la verniciatura.

DOWN: i terminali di scarico non ci piacciono proprio. Avremmo voluto vedere due forme a “trombone” o, in alternativa, due Supertrapp corti.