Tutto su Harley-Davidson Sporster: la storia, le special e la pubblicità fatta in Italia dagli anni novanta. Una sezione dedicata alle Buell motorizzate Harley-Davidson.

martedì 13 settembre 2016

Sportster 1200 Tracker - Redmax XR

sportster 1200 tracker by redmax side right

sportster 1200 tracker by redmax side left

sportster 1200 tracker by redmax engine

sportster 1200 tracker by redmax gas tank

sportster 1200 tracker by redmax back right angle

 

 

Dalla strada agli ovali in terra battuta, e viceversa, in un attimo!  La prerogativa di questo Sportster costruito ispirandosi alle mitiche XR 750 da flat-track.

 

 

Non tutti conoscono lo shop britannico Redmax (http://www.redmaxspeedshop.com/), famoso per le parti da flat-track e cafe racer per molte moto (Harley-Davidson in particolare).
Si tratta di uno di quei negozi dove è possibile trovare praticamente di tutto, ideale per chi si vuole costruire da zero o modificare la propria moto.

Come deve essere una street-tracker pronto gara (quasi) ?

Lo Sportster in questione è l'esaltazione dello spirito che anima da sempre questi inglesi, che hanno una predilezione per le piste ovali non asfaltate, ove derapare di continuo.

Stante questo background, appare del tutto logica la chiara l'influenza della mitica Harley-Davidson XR 750 da flat-track nel progetto di questa street-tracker. 

Telaio racing.......

Per avere una moto quanto più racing fosse possibile, tranne il motore, è stato costruito praticamente tutto in casa oppure ci si è rivolti a specialisti del settore, come la C&J che ha fornito il telaio, sul quale sono state predisposte specifiche piastre di attacco del motore ed è stato anche costruito l'attacco del forcellone, la Hagon che ha fornito due ammortizzatori regolabili e la Smooth che ha dotato la moto di due cerchi da 18 pollici.

La forcella ha richiesto un grande lavoro di adattamento della parte inferiore proveniente da una Triumph Speed Triple (così come anche il disco freno anteriore).

Il serbatoio del carburante e dell'olio (posto nel canonico alloggiamento sotto alla sella, vicino a quello del carburante) sono in alluminio.

.......ed il motore ????

Paradossalmente su questo tipo di moto è il motore a non aver subito praticamente alcun intervento, se si eccettua un intervento sul secondo e sul terzo rapporto del cambio (irrobustiti), il montaggio di un filtro dell'aria S&S e di una coppia di scarichi alti.

Stante lo spirito racing di questo Sportster, si sarebbe dovuto intervenire sul motore attraverso alberi a cammes dalla diversa fasatura (che migliorassero il rendimento a tutti i regimi attraverso un maggior aumento del tempo di apertura delle valvole) ed un diverso carburatore (preferibile in questo caso la valvola a farfalla in luogo di quella a ghigliottina).


UP: il telaio

DOWN:  faro e tachimetro digitale in totale antitesi con la moto