Harley-Davidson Sporster: la storia, le special e la pubblicità. Una sezione dedicata alle Buell motorizzate Harley-Davidson.

martedì 18 settembre 2018

Jamesville Sportster bobber!

jamesville sportster bobber evolution springer fork

jamesville sportster bobber evolution springer fork

jamesville sportster bobber evolution springer fork

jamesville sportster bobber evolution springer fork

jamesville sportster bobber evolution springer fork

Nell'attuale contesto storico bobber e chopper non sono molto in voga in Italia, almeno tra le moto che si utilizzano quotidianamente, ma ogni tanto vale la pena vedere qualche realizzazione a tema.....


Nel nostro paese uno degli ostacoli maggiori alla diffusione delle elaborazione in stile bobber è rappresentato dal fatto che spesso si deve andare a sostituire il telaio, rendendo la moto non più conforme alle caratteristiche costruttive indicate nel libretto di circolazione, con tutte le problematiche in ordine legale che ne derivano.

In Europa e specialmente negli USA (qui anche per un discorso culturale) i bobber sono molto più diffusi e si vedono ottime realizzazioni e ben rifinite.
Questo Sportster bobber, costruito proprio negli Stati Uniti, è molto semplice anche se perfettamente studiato.

Il telaio rigido Fenland Choppers, con cannotto dello sterzo inclinato, calza a pennello su una forcella Springer ed un cerchio da 18 pollici Akront in alluminio (scelto in luogo del classico 16 pollici), conferendo alla moto un marcato aspetto “low”, grazie anche al cerchio posteriore dello stesso diametro. I pneumatici Firestone ANS dal disegno vintage, anche se leggermente scolpiti, unitamente ad una coppia di freni a tamburo, aiutano a conferire ancor di più un aspetto vintage.

Il cuore di questo bobber è un motore Sportster Evolution del 1988 rimasto interamente originale tranne filtro dell'aria e scarico due-in-uno  “home made” liberi che, per essere montato all'interno del telaio, ha necessitato di un riposizionamento della batteria (dietro al motore, facilmente visibile) e la fabbricazione di un nuovo serbatoio dell'olio, posizionato in posizione perpendicolare alla sella, sotto al trave del telaio.

Il parafango anteriore è assente, mentre quello posteriore è a filo di ruota. Il color metallo anche del serbatoio del carburante è particolarmente adatto e si sposa alla perfezione con la connotazione di questo Sportster il cui unico difetto sembra essere il collettore dello scarico troppo alto. 

Ma si sa......i bobber sono per uomini rudi!!!!!

Nessun commento:

Posta un commento