Harley-Davidson Sporster: la storia, le special e la pubblicità. Una sezione dedicata alle Buell motorizzate Harley-Davidson.

Visualizzazione post con etichetta Sportster Models. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Sportster Models. Mostra tutti i post

venerdì 25 maggio 2018

Via la chiave!!!!!

sportster models 2014

sportster models 2014

Nuove colorazioni, ABS di serie su tutte le versioni ed antifurto senza chiave.


La gamma è composta anche questo anno da otto modelli, cinque dei quali con motore da 1200cc. 
 
883R: grafiche sportive, sella biposto e doppio freno a disco (differente grazie anche al montaggio dell'ABS). Disponibile nei colori: Vivid Black e Morocco Gold.

883 Iron: nuove ed accattivanti colorazioni per la moto più essenziale della famiglia Sportster che mantiene immutate le proprie caratteristiche. Disponibile nei colori: Amber Whiskey, Sand Cammo Denim, Black Denim, Hard Candy Voodoo Purple Flake.

883 Superlow: sella a 695mm da terra e baricentro molto basso la rendono adatta anche al pubblico femminile e coloro che sono alle prime armi. Disponibile nei colori: Vivid Black, Brillant Silver, Two-Tone Mysterious Red Sunglo/Blackened Cayenne Sunglo, Two-Tone Amber Whiskey/Brillant Silver.

Seventy-Two:  altri colori per questa moto destinata a diventare assai ricercata, dove spicca l'abbondanza di cromature, il mini-apehanger, la ruota anteriore da 21 pollici ed il piccolo serbatoio “peanut”. Disponibile nei colori: Amber Whiskey, Black Denim, Hard Candy Volcanic Orange Flake, Hard Candy Voodoo Purple Flake, Hard Candy Chrome Flake.

Forty-Eight: look da bobber non subisce alterazioni di sorta con i panciuti pneumatici da 16 pollici, l'assetto ribassato ed il serbatoio “peanut”. Si aggiungono nuovi colori. Disponibile nelle colorazioni: Vivid Black, Blackened Cayenne, Morocco Gold, Hard Candy Volcanic Orange Flake, Hard Candy Chrome Flake.

XL1200C: ha i tratti somatici del Forty-Eight ma è ingentilita. Tante cromature, serbatoio del carburante da 17 litri, sella biposto, manubrio con riser alti. Disponibile nei colori: Vivid Black, Big Blue Pearl, Candy Orange, Two-Tone Charcoal Pearl/Vivid Black.

XL1200CA:  serie limitata per questa moto con esclusiva verniciatura bicolore ispirata alle American Stock Car, cerchi lavorati a cinque razze, comandi centrali cromati, manubrio drag-racing, motore nero opaco.

XL1200CB: condivide molti spunti con il Forty-Eight ma se ne differenzia per il grosso serbatoio, la verniciatura interamente nera opaca, la sella biposto, i cerchi neri ed il mini ape-hanger.


venerdì 18 maggio 2018

Da dieci anni al completo!!!!

sportster models 2009

sportster models 2009

Nel 2009 la gamma Sportster è in grado di soddisfare le esigenze di gran parte dei bikers grazie anche all'arrivo della nuova 883 Iron.


Look minimalista e fascino dark, la nuova moto della famiglia Sportster ammalia per l'aspetto senza fronzoli. Nel catalogo vi sono nove modelli: cinque per la cilindrata 883 ed altrettanti per la 1200. Tutti ad iniezione elettronica, con prezzi che partono dai poco più di 8000 Euro della versione XL 883 Standard, per arrivare ai quasi 12.000 della XR 1200, la sportiva. Tutti i modelli 883 possono essere scelti nella classica colorazione nera oppure perlata, con una differenza di prezzo, salvo la nuova Iron 883.

Iron 883: uno Sportster reso aggressivo dal look total black, dai cerchi in lega a razze nere e dalla sella monoposto. Di serie i soffietti sulla forcella che tanto colpiscono. Disponibile nei colori nero opaco o argento denim. Prezzo a partire da 8.500 Euro.

XL 883 R: indicata per chi vuole uno Sportster più performante a livello dinamico. Ha grafiche racing, doppio freno a disco anteriore, sella biposto, cerchi in lega, motore nero, altezza sella 714mm. Prezzo a partire da 8.800 Euro.

XL 883 C: stile custom. Abbondanza di cromature, comandi avanzati, sella biposto, cerchio posteriore lenticolare da 16 pollici, anteriore a raggi da 21 pollici, serbatoio carburante da 17 litri, seduta ribassata (altezza sella 673mm). Prezzo a partire da 9.300 Euro.

XL 883 L: la lettera “L” sta per low. Altezza sella 641mm, ottenuta attraverso sospensioni più basse. Per il resto le caratteristiche sono immutate rispetto alla versione standard. Prezzo a partire da 8.100 Euro.

XL 1200 C: motore completamente cromato con alettature nere dei cilindri. Per il resto le caratteristiche sono quelle della versione di minnor cilindrata. Prezzo a partire da 11.300 Euro.

XL 1200 L: anche tra gli Sportster 1200 è presente una versione low che, rispetto alla 883 L, ha sella biposto, serbatoio carburante da 17 litri, motore cromato e manubrio a corna di bue. Anche in questo caso è stato possibile abbassare la moto lavorando sulla lunghezza delle sospensioni. Prezzo a partire da 10.300 Euro.

XL 1200 N: la famosa Nightster, progenitrice della 883 Iron, ha assetto ribassato, numerose parti anche del motore verniciate di colore opaco, soffietti sulla forcella, generale aspetto basico. Altezza sella 676mm. Prezzo a partire da 10.300 Euro.

XR 1200: è la moto sportiva marchiata Harley-Davidson. Si tratta di uno Sportster reso più performante grazie ad un motore più potente, sospensioni e sportive e cerchi di differente diametro da 18 pollici all'anteriore e 17 al posteriore. Inusuale per una Harley è la carrozzeria in materiale plastico. Prezzo a partire da 11.500 Euro.


XL 883: è la versione standard, venduta con ruote a raggi e sella singola, nonché quella di accesso al mondo Harley-Davidson. Altezza sella 693mm. Molte parti del motore sono lucidate. Prezzo a partire da 8.100 Euro. 

venerdì 23 marzo 2018

Gamma 2005

sportster models year 2005

sportster models year 2005

Il 2005, a fronte di semplici aggiornamenti,  può dirsi tuttavia epocale: i modelli a carburatore prodotti saranno gli ultimi. L'anno successivo l'iniezione elettronica prenderà il posto del caro, vecchio, Kehin a  sui modelli di serie.


Se la gamma del 2004 presenta fondamentali cambiamenti grazie soprattutto all'adozione di un diverso telaio ed al motore montato su supporti elastici, lo stesso non può dirsi per l'anno successivo. Sui modelli presenti vengono effettuati solo piccoli aggiornamenti stilistici e tecnici. La gamma in produzione vede la XLH 883, la 883R, la XL 883 C, oltre alle XL 1200 C ed R.

In Europa vige la normativa Euro 2 sulle emissioni inquinanti prodotte dai motocicli a quattro tempi: questo permette alla Harley-Davidson di montare ancora il carburatore sui modelli Sportster e di non intervenire sulla termodinamica motore. I rapporti di compressione, quindi, continuano a restare estremamente bassi (8,9:1 per i motori 883 e 9,7:1 per i motori 1200).

Le novità principali riguardano i cerchi a raggi cromati che sostituiscono quelli in lega praticamente su tutti i modelli (salvo la 883R) ed altri dettagli quali, ad esempio, la verniciatura a polvere di motore e teste sulla XL 883 C.

Come detto, la gamma Sportster del 2005 sarà l'ultima a carburatore prodotta dalla Harley-Davidson, in vista delle nuove normative Euro 3 che verranno varate in Europa, dall'anno successivo verrà montata l'iniezione. Tale soluzione permetterà di adottare ancora per molto tempo il raffreddamento ad aria per il motore. La presenza del carburatore sul nuovo telaio renderà negli anni successivi le quotazioni dell'usato dei modelli 2005 saranno molto alte, specialmente per la 1200 R (o Roadster), moto dal carattere sportivo.

venerdì 9 marzo 2018

The summer is magic!

harley davidson italia pubblicità sportster 2017

Mai, come in queste giornate fredde e piovose, una affermazione è così appropriata......


Diciamolo apertamente: praticamente tutti stiamo aspettando l'estate, o quanto meno un poco di sole per riprendere le moto ed uscire a farci un giro. Qualunque moto sia. Non importa se vecchia o nuova, supersportiva o cafe racer, giapponese, europea o americana. C'è voglia di moto. Di andare in moto. Meglio se su uno Sportster. Harley-Davidson Italia nell'estate 2017 ha lanciato un invitante messaggio sotto tutti i punti di vista, facendo leva sulla voglia di andare in moto che aumenta con l'estate. Si poteva acquistare uno Sportster ed iniziare a pagarlo dopo quattro mesi, salvando così le desiderate vacanze.

Un messaggio reso ancora più invitante dalla foto di due biker che scorazzano su una montagna a bordo dei propri Sportster: un Roadster 1200 ed un Iron 883.

C'è da augurarsi che questa formula venga riproposta nell'estate del 2018, perchè è estremamente accattivante, grazie anche ad una grafica riuscitissima.  


venerdì 23 febbraio 2018

Iron 1200 e Forty-Eight Special

forty eight special and iron 1200 my 2018

Harley-Davidson presenta due nuove versioni da 1200 cc della gamma Sportster che si vanno ad affiancare a quelle già in commercio.


Era lecito aspettarsi che, prima o poi, sarebbero state presentate altre versioni della gamma Sportster che fossero delle varianti rispetto ai modelli base, in attesa di veri e propri stravolgimenti. 
Ciò che invece ha colpito è che i modelli (almeno per il momento) avessero il motore da 1200 cc, anche se in un certo senso vi erano dei segnali che lasciavano presagire ciò.  

Proprio in questi giorni, all'interno di questo blog, mi ero soffermato sul fatto che, numeri di vendita alla mano, gli Sportster 1200 rappresentassero circa un quinto dell'immatricolato globale Harley-Davidson in Italia. Ma questo è solo il dato più evidente

Gli Sportster con cilindrata 1200 non solo rappresentano il ponte di passaggio verso le cilindrate maggiori ma, rispetto a quelli con motore da 883 cc, offrono una serie di vantaggi. Più margine di vendita rispetto agli Sportster con cilindrata inferiore, maggior potenza e coppia. Si deve anche considerare che i motori da 883 cc vengono mortificati maggiormente dalla normativa Euro 4, rispetto ai 1200. Il futuro, quindi, almeno finchè non verranno fatte delle rivoluzioni, sarà rappresentato dal motore 1200, anche se togliere dal mercato quello da 883 cc rappresenterebbe un grosso errore a livello di immagine, essendo da sempre lo Sportster legato principalmente a questa cilindrata.
Le due nuove versioni si caratterizzano essenzialmente per la livrea anni settanta del serbatoio e per l'abbondante utilizzo del nero su numerose parti.


sportster iron 1200 my 2018
Iron 1200 - 2018

Iron 1200:  è da considerare la naturale evoluzione della Nighster 1200 ormai scomparsa dal mercato da diversi anni. Si caratterizza per le finiture total black, la sella monoposto in stile cafe racer,  grafica del serbatoio anni settanta, manubrio mini-ape nero, cerchi in lega in alluminio a nove doppie razze, piccolo cupolino nero lucido, ammortizzatori posteriori regolabili, assetto più caricato sulla parte posteriore. Disponibile nei colori Vivid Black, Twisted Cherry, Biliard White. Prezzo a partire da 11.500 Euro


forty eight special my 2018
Forty-Eight Special - 2018

Forty-Eight Special:   l'ennesima versione di un modello a dir poco fortunato che, da subito, ha trovato i favori del grande pubblico. Ha i carter cromati del motore, grafica del serbatoio anni settanta, manubrio Tallboy, design della sella ottimizzato, ammortizzatori posteriori regolabili, ruote calettate nere in alluminio pressofuso a nove razze.  Disponibile nei colori  Vivid Black, Wicked Red, Biliard White. Prezzo a partire da 12.700 Euro


martedì 20 febbraio 2018

Gamma Sportster 2013

xl 1200 custom anniversary 2013

Dominano i modelli Custom 1200 in diverse varianti, caratterizzati dalla panciuta ruota anteriore da 16 pollici. I motori 883 sono montati su Iron, R, e Superlow.




sportster 883 r 2013
883 R - 2013
883 R: caratterizzata per il doppio freno a disco anteriore, il motore nero, la doppia sella e le grafiche racing. Disponibile nei colori: Vivid Black e Brillant Silver Pearl. Prezzo 9.100 Euro


sportster 883 iron 2013
883 Iron - 2013
883 Iron: moto tutta nera, si distingue dalla R per il singolo freno a disco anteriore, il manubrio più basso, la sella singola e la differente grafica.
Disponibile nei colori: Big Blue Pearl, Candy Orange, Black Denim. Prezzo 9.100 Euro


sportster 883 superlow 2013
883 Superlow 2013
883 Superlow: la sella nettamente più bassa rispetto agli altri due modelli, monta differenti cerchi (18 anteriore e 17 posteriore anziché 19 e 16 degli altri modelli) in lega con un disegno caratteristico. Disponibile nei colori Vivd Black, Big Blue Pearl, Candy Orange/Beer Bottle, Birch White/Midnight Pearl. Prezzo 9.200 Euro.


sportster seventy two 2013
Seventy Two 2013
Seventy-Two: nel secondo anno di produzione si aggiungono nuove livree metalflake. Intatte le caratteristiche tecniche con i cerchi da 21 pollici all'anteriore e 16 al posteriore. Numerose le cromature. Disponibile nei colori: Big Blue Pearl, Chrome Yellow Pearl, Black Denim, Hard Candy Big Red Flake, Hard Candy Coloma Gold Flake, Hard Candy Lucky Green Flake. Prezzo 11.600 Euro


sportster forty eight 2013
Forty Eight - 2013
Forty-Eight:  quest'anno non vi sono modifiche, rimanendo immutato sotto ogni aspetto. Disponibile nei colori: Vivid Black, Big Blue Pearl, Ember Red Sunglo, Hard Candy Coloma Gold Flake. Prezzo 11.400 Euro


sportster 1200 c 2013
1200 C - 2013
XL 1200 C: presentato nel 2011, questo modello ha goduto di immediato successo. Si caratterizza principalmente per le ruote a raggi, manubrio arretrato e grossi riser. Disponibile nei colori: Vivid Black, Big Blue Pearl, Ember Red Sunglo,  Candy Orange/Beer Bottle. Prezzo 11.500 Euro



sportster 1200 ca 2013
1200 CA - 2013
XL 1200 CA: tributo alle auto derivate di serie che si sfidano  nel campionato North American Stock Car. Si distingue per ruote a razze anodizzate nere, un manubrio più piatto , verniciatura bicolore specifica.  Prezzo 12.000 Euro



sportster 1200 cb 2013
1200 CB - 2013
XL 1200 CB: manubrio alto, ruote a raggi nero satinato, colorazione nera opaca. Disponibile nei colori: Denim Black. Prezzo 11.700 Euro



sportster 1200 c custom 2013
1200 C Custom - 2013

XL 1200 C Custom:  manubrio largo ed arretrato, serbatoio con finiture ed emblemi bronzei, cerchi in lega cromati. Disponibile nei colori: Livrea Anniversary bicolore. Prezzo 12.300 Euro

martedì 16 gennaio 2018

Gamma Sportster 2018


La gamma per il nuovo anno si compone di sei modelli con prezzi che partono dai 10.800 Euro della Superlow, per arrivare ai 13.200 Euro della Roadster.



sportster  883 superlow 2018
Superlow - 2018

SUPERLOW:  E' il modello di accesso alla gamma Sportster. Grazie  al basso baricentro, che fa percepire meno il peso, ed alla sella posta ad appena 705mm dal suolo, è molto adatta anche per il pubblico femminile. Monta cerchi da 18 pollici all'anteriore e da 17 pollici al posteriore. Disponibile nei colori Vivid Black, Corona Yellow Pearl, Bonneville Salt Pearl e Wicked Red / Twisted Cherry. Prezzo 10.800 Euro.

Punti di forza: la sella molto bassa unitamente ai cerchi in lega di diverso assicurano notevole facilità di guida e grande maneggevolezza.

Elementi negativi: scarsa luce a terra e versione standard monoposto.


sportster 883 iron 2018
883 Iron - 2018


IRON 883: l'icona per eccellenza della gamma Sportster, ovvero il modello 883 standard, diventa una moto grezza ed essenziale grazie all'inconfondibile livrea dark, che la rende una base ideale per il custom. I contenuti tecnici e la posizione di guida, la rendono più vicino ad una moto classica che ad una custom.
Disponibile nei colori Black Denim, Industrial Grey Denim, Wicked Red, Bonneville Salt Denim, Hard Candy Chameleon Flake. Prezzo 10.900 Euro.   
     
Punti di forza:  moto essenziale, dalla livrea riuscitissima. Si può anche non customizzare.

Elementi negativi: manca il faro posteriore vecchio stile. Sella e pedane per il passeggero sono optional.

forty eight anniversary 2018
Forty-Eight Anniversary - 2018

FORTY-EIGHT:  il primo bobber su base Sportster, con motore da 1200 cc, costruito in serie dalla Harley-Davidson, ha fatto breccia nel cuore degli appassionati fin dalla sua apparizione sul mercato nel 2010. La gamma 2018 si arricchisce della livrea Legend Blue Denim per celebrare i 115 di storia della Harley-Davidson. Disponibile nei colori Vivid Black, Red Iron Denim, Twisted Cherry, Hard Candy Shattered Flake, Legend Blue Denim. Prezzo 12.700 Euro.

Punti di forza: migliorata nella guida grazie ad un nuovo impianto frenante ed una forcella con ammortizzatore a cartuccia da 49mm.

Elementi negativi: il piccolo serbatoio da 7,9 litri ne penalizza parecchio l'autonomia


sportster 1200 custom 2018
1200 Custom - 2018

1200 CUSTOM:  un bobber ingentilito da una serie di preziosismi, indicato per chi vuole macinare comodamente tanti chilometri senza rinunciare allo spirito selvaggio dato dal panciuto pneumatico anteriore montato sul cerchio da 16 pollici. Disponibile nei colori Black Tempest, Sumatra Brown, Twisted Cherry, Bonneville Salt Pearl, Silver Fortune/Black Tempest, Industrial Grey Denim/Black Denim. Prezzo 12.800 Euro

Punti di forza: le pedane centrali migliorano la guida nei tratti tortuosi.

Elementi negativi: la sella dalla parte del passeggero è scomoda e non indicata per i lunghi tratti.  


sportster superlow 1200 t 2018
Superlow 1200T

SUPERLOW 1200T:  lo Sportster da viaggio. Dotato di parabrezza e borse semi-rigide dalla ampia capienza, è indicato per quanti si sentono un poco limitati dalla Superlow 883, rispetto alla quale vi è anche abbondanza di cromature. Può rappresentare una valida alternativa touring, molto più economica, rispetto ai modelli di maggior cilindrata. Disponibile nei colori Vivid Black, Black Tempest, Wicked Red, Electric Blue/Silver Fortune,  Silver Fortune/Sumatra Brown. 
Prezzo 13.100 Euro.

Punti di forza: touring poco impegnativa. 

Elementi negativi: manca il sissy-bar di serie.


sportster 1200 roadster 2018
1200 Roadster - 2018

ROADSTER:  anche se le linee seguono i canoni Harley-Davidson, non appena la si guida si scopre una moto quasi sportiva, dalle forti sensazioni.
Disponibile nei colori Vivid Black, Corona Yellow Pearl, Sumatra Brown, Electric Blue/Silver Fortune, Industrial Grey Denim/Black Denim. Prezzo 13.200 Euro.

Punti di forza:  guidabilità brillante e freni.

Elementi negativi: peso eccessivo in relazione alla vocazione quasi sportiva.

mercoledì 27 dicembre 2017

1200 Roadster - 2016

harley davidson sportster 1200 roadster 2016

harley davidson sportster 1200 roadster 2016

Finalmente arriva l'erede della XR 1200 ma questa volta, al posto di tanta vetroresina e linee moderne, c'è ferro a volontà e l'inconfondibile stile Harley-Davidson.


Una moto attesa, anzi attesissima, da quanti cercavano una Harley-Davidson con velleità sportive. Nulla a che vedere con le moto di moderna impostazione, ma i quasi 70 cv a 6.000 giri e la ciclistica dello Sportster rivisitata sono in grado di far divertire chiunque, anche a fronte di un peso non proprio ridotto (oltre 250 kg). 

Della Roadster 1200 è stato ampiamente parlato, avendo anche avuto la fortuna di testarla, scoprendo una moto tanto uguale, ma inaspettatamente diversa, rispetto agli altri modelli della gamma Sportster.  

Ciò che, forse, non è stato detto o non sottolineato a dovere, è che ci si aspetta un futuro radioso per questa moto. Diversamente da altri modelli Sportster di indole corsaiola prodotti in passato, questa volta non si sono sperimentate soluzioni nuove, ne scelte strade alternative sia a livello di styling che tecnicamente

Il rischio era quello di andare incontro ad un altro fallimento. A Milwaukee, quindi, hanno scelto la strada del pragmatismo, lavorando solo su quegli aspetti dello Sportster che andavano cambiati per ottenere una moto dal temperamento sportivo. Molto, poi, è stato fatto anche a livello di marketing e comunicazione anche con la Battle of The Kings che ha contribuito non poco alla conoscenza della Roadster 1200 da parte del grande pubblico.

Diversamente dal passato questa volta non sono stati anticipati i tempi: la Roadster 1200 è stata prodotta quando lo richiedeva il mercato. Anzi, forse con un leggero ritardo..... 

martedì 19 dicembre 2017

Seventy Two - 2012

harley davidson sportster seventy two

harley davidson sportster seventy two

harley davidson sportster seventy two

harley davidson sportster seventy two

Arriva il chopper anni settanta!!!!


Linea filante che ne esalta la vocazione ribelle, abbondanza di cromature, ruota anteriore da 21 pollici. Quando la Seventy-Two (XL 1200 V) arriva sul mercato fa immediatamente sognare gli amanti del  “chopper-style”, dato che si ispira alle moto degli anni settanta immortalate in molte pellicole (prima tra tutti Easy Rider).  

La base tecnica è la stessa dello Sportster standard, anche se cambiano numerosi dettagli che la rendono quasi un'altra moto. Il cuore è rappresentato dal motore 1200 ad iniezione montato anche su altri modelli, che per questa moto viene abbondantemente riempito di cromature e con un filtro dell'aria tondo, al posto di quello tradizionale ovale, montato su tutti gli Sportster fino a quel momento. E' presente un manubrio tipo mini-apehanger, i comandi avanzati, l'assetto estremamente basso ed il piccolo serbatoio “peanut”.  La verniciatura  “metal-flake”  il vero fiore all'occhiello della Seventy-Two.

All'interno di questo blog, tempo addietro abbiamo pubblicato una Seventy-Two realizzata in stile Easy-Rider con pochi interventi. Segno che ci si trova in presenza di un'ottima base di customizzazione. 

Purtroppo, come accaduto in passato per alcuni modelli Sportster, nonostante l'ottima moto ed il notevole successo alla presentazione, il risultato a livello commerciale si è rivelato inferiore alle aspettative. Probabilmente è da imputare al fatto che la moto è stata messa in produzione in un periodo storico in cui i chopper, almeno in Europa, non erano in voga come agli inizi degli anni novanta. La Seventy-Two è rimasta in produzione meno di cinque anni. 

Trovarne una usata non è semplicissimo.

martedì 12 dicembre 2017

Forty Eight - 2010/2017

harley davidson forty eight 1200 my 2017 red tank
Forty-Eight 2017

harley davidson forty eight 1200

harley davidson forty eight 1200

harley davidson forty eight 1200 pubblicità 2010 hd italia

Nel 2010 a Milwaukee fecero letteralmente il “quarantotto”, mettendo in produzione il primo bobber su base Sportster.

Dando seguito alle numerose richieste pervenute, anche attraverso l'opera dei customizzatori sparsi nel pianeta, alla Harley-Davidson decisero che era arrivata l'ora del “piccolo” bobber. Una moto facile nell'utilizzo, dalla linea accattivante, in grado di essere utilizzata senza problemi anche dal gentil sesso mettendo, quindi, praticamente d'accordo tutti. 

Non appena venne messa in produzione, la Forty Eight, come era logico attendersi, incontrò i favori del pubblico, divenendo una delle Harley-Davidson più vendute.  Le principali novità, rispetto agli Sportster sino ad allora costruiti, erano la sella molto bassa da terra (appena 66cm), il panciuto “gommone” anteriore da 130mm su un cerchio da 16 pollici, i comandi avanzati ed il piccolo serbatoio da 8 litri, in luogo di quello tradizionale da 12,5

Si trattò, in questo senso, di un ritorno al passato, dal momento che fino ai primi anni novanta il “peanut” era una caratteristica dello Sportster (poi sostituito da quello più capiente). Ma il serbatoio piccolo non fu un problema per gli appassionati. La Forty-Eight piacque immediatamente, anche se obbligava a fare rifornimento ogni 90/100 km. Era ed è una moto priva di fronzoli, quasi interamente verniciata di nero, con il baricentro molto basso e facile da guidare. Come su tutte le Harley-Davidson fu da subito possibile personalizzarla a piacimento attraverso il vasto catalogo di parti originali. 

Negli anni ha subito aggiornamenti come i cerchi in lega, le diverse grafiche, il filtro dell'aria dalla forma circolare, nuove forcelle, ammortizzatori posteriori regolabili e l'ABS. Oltre, ovviamente, a nuovi colori. 

Quanto rimarrà ancora in produzione ???? 


martedì 5 dicembre 2017

XR 1200 - 2006

harley davidson xr 1200 orange

harley davidson xr 1200 orange

harley davidson xr 1200 orange adversiting 2008

harley davidson xr 1200 x black
XR 1200 X

harley davidson xr 1200 x black
XR 1200 X

harley davidson xr 1200 trophy orange
XR 1200 Trophy

Dopo più di venti anni dalla produzione della 1000 apparve sul mercato un'altra XR, ma questa volta le cose erano cambiate.....


La nuova XR 1200 si presentò subito come una moto sportiva, il cui richiamo alla celebre “sorella” XR 750 era palese non solo per le grafiche, ma anche per diverse soluzioni tecniche. Diversamente dalla 1000, però, era una moto trattabile, per alcuni aspetti anche comoda. Non metteva paura e non spaventava, invitando alla guida sportiva grazie ad sospensioni e freni adeguati ed un motore che, seppur dotato di cavalli, li esprime in maniera estremamente dolce. Le vibrazioni, grazie al montaggio del motore su supporti elastici, quasi assenti.

Il contesto storico in cui nacque la XR 1200 era di rilievo. Principalmente nell'Europa occidentale, si era diffusa a macchia d'olio la moda delle cafe-racer, termine con cui si faceva riferimento a moto con una connotazione sportiva, ma di di ispirazione classica. Qualche casa motociclistica aveva presentato modelli a tema

Forti del notevole impatto del marchio Buell (di proprietà della Harley-Davidson) e del relativo know-how acquisito anche per quanto riguarda il propulsore, a Milwaukee decisero che era arrivato il momento di produrre una moto in grado di richiamare i fasti sportivi. Così nel 2006 la XR 1200 venne presentata alla stampa. Come detto, il richiamo alla XR 750 da flat-track degli anni settanta era palese solo che, diversamente dalla XL 883 R, anche essa ispirata dalla celebre moto da flat-track, non si era in presenza di una Harley leggermente migliorata in alcuni aspetti e con grafiche racing. Si trattava di una moto nuova, anche se si attingeva a piene mani da Sportster e Buell.

I dati parlavano chiaro: motore potenziato a 90 cv a 7000 giri,  ottenuti grazie a nuove teste, alberi a cammes ed aumento del rapporto di compressione a 10:1. Peso di 250 kg, forcella Showa upside-down con steli da 43 mm e doppio freno a disco Nissin, cerchi da 18 pollici all'anteriore e 17 dal posteriore, abbinati a pneumatici Dunlop forniti di serie nelle misure 120/70 all'anteriore e 180/55 al posteriore.  Il telaio, rispetto a quello dello Sportster, era stato  modificato nella zona del cannotto dello sterzo, che risultava meno inclinato per dare alla XR 1200 più maneggevolezza. La XR 1200 aveva tutte le carte in regola per conquistare una discreta fetta di mercato, giocandosela alla pari con le rivali (Triumph Thruxton in primis)

Purtroppo, a fronte di un notevole interesse iniziale, come in passato era accaduto per alcuni modelli Sportster, anche la XR 1200 non ricevette i consensi aspettati, sebbene in molti paesi fossero stati organizzati dei trofei su pista asfaltata per promuoverne le vendite.

La moto non era assolutamente male, ma una sorta di ibrido e per questo motivo risultava distante dai gusti sia degli harleysti che degli smanettoni. A fronte di scelte tecniche tese a migliorarne la guidabilità, ve ne erano altre che la snaturavano come Harley-Davidson: la carrozzeria era in materiale composito, il filtro dell'aria laterale, caratteristica di tutti gli Sportster, era stato spostato centralmente sotto al serbatoio, le forme del motore arrotondate, la forcella con un aspetto troppo moderno, così come i cerchi. Inoltre il rombo del motore era decisamente educato. 
Per gli sportivi, invece, era la classica Harley-Davidson resa appena più facile da far curvare, ma povera di motore, su cui bisognava intervenire pesantemente per ottenere risultati discreti (nel trofeo che si correva in Italia, a parte centralina, scarico e sospensioni, veniva montato un cerchio anteriore da 17 pollici in luogo dell'originale da 18).
In più, sul mercato era già presente la Buell con motore derivato dalla Harley-Davidson Sportster: una vera e propria “fun-bike”. 

Nel 2010 venne evoluta attraverso la versione  “X”, che aveva sospensioni posteriori regolabili , leggermente più lunghe rispetto alla versione base ed era quasi interamente verniciata in nero opaco.

Il 2012 fu l'ultimo anno di produzione della XR 1200, che riscuoterà i consensi diverso tempo dopo la sua cessata produzione e dalla cui costola, nel 2016, nascerà lo Sportster Roadster 1200, una moto dal tratto sportivo in linea con gli standard Harley-Davidson.

Attualmente il valore dell'usato della XR 1200 è alto, dal momento che è difficilissimo trovare esemplari in vendita al di sotto dei 6000 Euro.  


mercoledì 29 novembre 2017

883 IRON - 2009

883 iron my 2009 side right

883 iron my 2009 side left

883 iron my 2017 side right

883 iron my 2017 side left

883 iron special edition 2012 adversiting
883 Iron Special Edition 2012


“Di tutti i colori basta che sia nera.”


Sulla scia del notevole successo commerciale ottenuto dalla Nightster, nel 2009 venne presenta la 883 Iron. I vertici della Company avevano compreso che era arrivato il momento di lanciare sul mercato un modello interamente nero che fosse, nel contempo, economico.  Una sorta di moto di accesso al mondo Harley-Davidson. 

La Iron riprenderà e svilupperà le caratteristiche salienti della sorella maggiore Nightster, quali il look essenziale, il baricentro basso e la verniciatura che diventerà total-black. La minor cilindrata, il prezzo di acquisto nettamente inferiore (pari ad 8.800 Euro nel 2009) e la facilità di personalizzazione ne decreteranno il successo immediato

Nel 2012 la Harley-Davidson Italia ne farà una serie speciale con pochi e mirati accessori, ma la 883 Iron rimarrà pressochè immutata fino al 2016, quando verranno effettuati una serie di interventi  con l'obiettivo di migliorarne la guidabilità ed ancor più l'aspetto. Sulla nuova Iron verrà montato l'ABS, le sospensioni regolabili, cerchi in lega di nuova concezione, sella di diversa conformazione e grafiche diverse per il serbatoio. 

Questi miglioramenti avvicineranno la Iron più ad una roadster che ad una custom vera e propria. Attualmente il prezzo della 883 Iron in Italia è di 10.400 Euro. Circa 1600 Euro in più rispetto al 2009, ma allineato con quello delle altre moto di pari segmento.


martedì 28 novembre 2017

XL 1200 Nighster - 2007

sportster xl 1200 nighster  2007

sportster xl 1200 nighster 2007

sportster 1200 anniversary 2007
Sportster 1200 Anniversary - 2007


Il primo, timido, approccio al “dark-custom” per i modelli Sportster.


Il 2004 segnò l'anno del cambiamento, almeno per lo Sportster. Venne introdotto il nuovo telaio modificato nella parte posteriore per ospitare un pneumatico di maggior sezione e dotato di supporti elastici sopra i quali alloggiare il motore, in modo da ridurre al minimo le vibrazioni. Queste innovazioni, pur comportando un aumento di peso rispetto al precedente modello nell'ordine di cinquanta chilogrammi, servirono ad allargare la fascia di utenti dello Sportster, non più limitata ai soli “harleysti” duri e puri, ma anche a quanti volessero una moto più fruibile con cui macinare parecchi chilometri, senza essere costretti a soste continue a causa delle numerose vibrazioni

In un primo tempo le nuove Sportster furono dotate del tradizionale carburatore Kehin a depressione da 40mm che lasciò posto, nel 2006, all'iniezione elettronica, presente attualmente su tutti i modelli.

Per i cinquant'anni dalla nascita dello Sportster, nel lontano 2007, venne prodotta una speciale versione celebrativa, riservata però solamente alla cilindrata 1200. 
Ma le novità non finirono qui......

Nella seconda metà dell'anno arrivò sul mercato la Nightster 1200, il primo modello Sportster con cui la Harley-Davidson approcciò il concetto di  “dark-custom”. 

Look minimalista, verniciatura bicolore, motore e numerose parti verniciate in nero o grigio scuro opaco, oltre ad un parafango posteriore corto con il faro integrato negli indicatori di direzione: queste le principali novità della Nightster, oltre ad un assetto rasoterra che, abbassando notevolmente il baricentro, la resero fruibile da un'ampia fascia di utenti

La Nightster non solo sarà un successo con abbondanti numeri di vendita, ma rappresenterà una sorta di esperimento effettuato dalla Harley-Davidson che, qualche anno dopo, lancerà sul mercato la 883 Iron, ovvero uno Sportster total-black ancora presente sul mercato.
La moto verrà immediatamente recepita dal mercato rimanendo in produzione fino al 2012. In Italia sarà venduta ad un prezzo di Euro 10.300. 

La Nightster ha quotazioni dell'usato maggiori rispetto ad altri modelli, anche se non eccessive.