Harley-Davidson Sporster: la storia, le special e la pubblicità. Una sezione dedicata alle Buell motorizzate Harley-Davidson.

mercoledì 22 maggio 2024

Attacco al custom!!!!!







Bello. Elegante. Emozionante. Performante. Questi sono solo alcuni degli aggettivi che si possono esprimere per questo Sportster che trasuda di custom da ogni angolo

Esempio di maestria nella ricerca della raffinatezza dei particolari e nella semplicità delle affilanti linee, dove l’ampia lavorazione dell’alluminio diventa elemento preponderante ed, al contempo, insostituibile per questa moto.

Il difficile, però, è coniugare alla perfezione stile e prestazioni, senza cadere nello scontato o nell’inutile. La scelta di ogni componente deve essere, quindi, effettuata con estrema cura.

Il modello 883 standard del 2008 è la base ideale da cui partire per un progetto così ambizioso, in cui l’unico elemento di serie rimane il telaio, seppur modificato nella parte posteriore con l’eliminazione dei supporti del parafango.

Il motore di serie viene interamente sostituito con un’unità S&S da 1600 cc. Per l’esattezza il motore si chiama “SB100” ed è dotato anche di un radiatore dell’olio supplementare.  Per una potenza da drag-racing è stato indispensabile installare una trasmissione adeguata, optando per una Baker con cambio a sei velocità  e coperchio in alluminio aperto.

Per frenare i bollenti spiriti del potente bicilindrico i freni di serie non bastano e si ricorre ad un impianto completo Brembo abbinato a sospensioni Ohlins e forcellone posteriore allungato. Anche i cerchi sono in alluminio ricavati dal pieno ma, del tutto inusuale, la scelta di ricorrere ad unità da 21 pollici all’anteriore (in luogo della misura originale da 19), mantenendo quello posteriore da 16 pollici, dettata unicamente da questioni di stile. 

La verniciatura brillante è una vera opera d’arte! …..come del resto tutta la moto!!!!!!


Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.