Harley-Davidson Sporster: la storia, le special e la pubblicità. Una sezione dedicata alle Buell motorizzate Harley-Davidson.

mercoledì 29 maggio 2024

Cosa non fare con una Buell a traliccio






                                           


Vi ricordate di Erik Buell e delle sue splendide moto che utilizzavano il motore Sportster 1200 debitamente "pompato" ????? Bene!!!!! Tenetevi l'immagine che avete ben stretta, perchè ultimamente stiamo assistendo a sempre più persone che "cannibalizzano" senza pietà diversi modelli S1 ed M2 quando, invece, andrebbero conservati con cura e restaurati sebbene, come in questo caso, il risultato finale sia sorprendente. 

Da questo blog mi sono espresso mille volte sul fatto che determinati modelli di moto (e di Sportster in particolare) vadano elaborati senza stravolgimenti, migliorandone solo alcuni aspetti, ed apportando modifiche reversibili.

Tornando al discorso Buell, i modelli con il telaio in traliccio, quelli prodotti più o meno fino agli inizi degli anni duemila, rappresentano il maggior valore laddove, lo stesso appeal e successo commerciale non hanno avuto le versioni XB con il telaio che funge da serbatoio del carburante, sebbene la soluzione tecnica sia stata alquanto ingegnosa. 

Il motore di una Buell S1 del 1996, praticamente di serie salvo accensione Dyna Single Fire, bobine S&S e scarico corto dotato di valvola interna per variarne il rumore, è stato alloggiato in un telaio rigido che assomiglia molto ai vecchi Softail per le geometrie. I cerchi solo da 18 pollici al posteriore e da 21 pollici all'anteriore, abbinati a freni Beringer (dietro) e Performance Machine (davanti).

Il serbatoio del carburante è in puro stile Sportster, mentre gli striminziti parafanghi sono in alluminio sagomati a mano. Poi ci sono tutta una serie di particolari che rendono la moto molto interessante tra cui, soprattutto, la vernice verde di telaio e carrozzeria che risalta molto abbinata al nero di motore, cerchi ed altre parti della moto. 

Il progetto finale ricorda una Harley-Davidson Breakout, in particolare alla bellissima realizzazione, tributo a Le Mans, realizzata dal dealer H-D Bologna ed apparsa sulle pagine della rivista Low Ride tempo addietro.   


Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.