Harley-Davidson Sporster: la storia, le special e la pubblicità. Una sezione dedicata alle Buell motorizzate Harley-Davidson.

martedì 17 aprile 2018

Malo-Bueno

malo bueno sportster 1200 postatomico by el solitario

malo bueno sportster 1200 postatomico by el solitario

malo bueno sportster 1200 postatomico by el solitario

malo bueno sportster 1200 postatomico by el solitario

malo bueno sportster 1200 postatomico by el solitario

El Solitario propone uno Sportster che va alle radici dell'essere umano. All'eterno dualismo da cui è caratterizzato.


Dave Borras, alias El Solitario, ha una visione tutta sua della motocicletta. Visione che trae ispirazione da uno studio accurato dell'uomo nelle sue molteplici implicazioni e della realtà di cui si circonda. Qualcosa di avulso dal modo di intendere la motocicletta dalla maggior parte dei customizer. Le sue creature rompono schemi, fanno discutere, creano tendenza.

Lo Sportster costruito è la prosecuzione di un concetto abbozzato con la Impostor dove, dietro ad un'apparente rudezza, si cela in realtà un mezzo dal carattere molto forte, ma docile al tempo stesso. Malo-Bueno, il nome fa riferimento a quegli esseri umani dallo sguardo feroce che ad un primo approccio mettono paura ma poi, se avvicinati in un certo modo, mostrano la loro parte più buona. Quella più reale. Diversamente da quelli che sembrano buoni ma, all'improvviso, mostrano la parte più buia e crudele. Questi ultimi sono quelli da evitare. Malo-Bueno attinge al primo tipo di persone.

Uno Sportster in grado di mettere facilmente soggezione, salvo poi rivelarsi una moto estremamente facile da utilizzare ed idonea per ogni tipo di terreno. Tornando indietro nel tempo, possiamo dire che El Solitario riprende e sviluppa concetti di base della Eve of Destruction di Carlo Talamo del lontano 1996. La carrozzeria è interamente in alluminio battuta a mano e poggia su uno Sportster 1200R del 2003 che mantiene intatte le caratteristiche originali, salvo un paio di ammortizzatori regolabili forniti dalla Fournales. La forcella è di serie, ma è stata avvolta dall'alluminio che termina con una mascherina da saldatore al posto del faro anteriore, vero elemento distintivo di Malo-Bueno. A parte filtro dell'aria e scarichi della Screamin'Eagle, il motore non subisce alcun intervento. L'impianto elettrico viene rivisto. 

Amante della Eve of Destruction non posso non ammirare lo stile proposto da Dave Borras che, con le sue moto, sembra dar voce alle paure di molte persone, specialmente nella tanto cara e vecchia Europa, dove si assiste ad un progressivo decadimento sociale, intendendo con tale termine la perdita del benessere dei popoli causato da un peggioramento delle condizioni economiche e culturali, unitamente alla perdita di valori

Tempo addietro avevo proposto  Marrajo che aveva fatto parecchio discutere, in quanto priva in apparenza di logica costruttiva.
In realtà le moto costruite da El Solitario rappresentano idealmente l'unica arma a difesa di questa decadenza. Moto in grado di essere utilizzate ovunque ed in ogni condizione.....   


Nessun commento:

Posta un commento