Harley-Davidson Sporster: la storia, le special e la pubblicità. Una sezione dedicata alle Buell motorizzate Harley-Davidson.

sabato 18 dicembre 2021

Resilienza - Sportster 883






Se cerchiamo su Google il significato del termine "resilienza", questo viene individuato con la capacità di un individuo di affrontare e superare un periodo traumatico o di grande difficoltà. E proprio la resilienza che ogni individuo in maniera più o meno marcata possiede, può permettergli di affrontare difficoltà traendone, in alcuni casi, dei benefici.

Imbattendomi in questo 883 mi viene in mente proprio la resilienza. Capita di vedere vecchi Sportster tenuti molto male che vengono messi in vendita perchè il proprietario non sa che farne. La soluzione è qui e basta perderci un poco di tempo.

Si cerca innanzitutto di fare un tagliando alla moto, pulirla e metterla in ordine per quanto possibile. Ribadisco che in Italia le Harley-Davidson debbono essere tutte lustrate. In altri paesi tipo gli States o il Giappone (.....sì il Giappone....) girano soprattutto vecchi Sportster che a vederli ci si domanda come facciano ancora a non smontarsi.....

Una volta messa in ordine di meccanica e ciclistica con interventi ridotti al minimo, si passa al resto. Invece di perdere ore a capire cosa fare, si toglie tutto quanto inutile e mal ridotto, si monta un manubrio largo, un paio di drag-pipes (....ovviamente se non abitate nel centro storico di qualche città.....) ed al limite si vernicia il serbatoio (questo Sportster è però un poco più curato sebbene molto essenziale). Si recupera così una vecchia moto che ancora molto può dare spendendo poco.

martedì 14 dicembre 2021

Sportster 1200S by Roberto Rossi





Inauguro con questa moto la nuova sezione "BUY" dove inserisco gli Sportster (e Buell) che vedo in vendita e, per qualche motivo, potendo comprerei di corsa. La scelta delle moto avverrà in maniera del tutto casuale (cioè non effettuando ricerche mirate o con cadenza temporale), controllando gli annunci presenti sui portali che vanno per la maggiore, elencando quelli che, secondo me, sono gli elementi che mi hanno colpito. Di contro, non farò alcuna menzione delle moto in vendita che non mi piacciono.

Inizio da questo Sportster 1200S che hanno in vendita gli amici del Reparto Sportivo. La moto è stata costruita da Roberto Rossi (volto assai noto nel panorama custom e sulla cresta dell'onda a cavallo tra gli anni novanta e duemila). 

La carrozzeria interamente in alluminio verniciata a mano è il pezzo forte di questa moto, che tra le sue armi ha anche i pochi chilometri all'attivo (circa tredicimila), il carburatore e filtro aria Screamin'Eagle, il doppio scarico Supertrapp da flat-track e gli ammortizzatori più performanti. La cifra richiesta di per se non è bassa (sono sempre 9000 Euro) ma la moto è bellissima e, dato non indifferente, si tratta di una di quelle special con modifiche reversibili, cioè che può essere riportata in conformazione originaria

Personalmente la moto mi fa impazzire e cambierei solo la colorazione che, a mio avviso, non rende bene al 1200 S così elaborato. Tra l'altro, ho un debole per il 1200 S con testata a doppia candela ed amo su questa moto le elaborazioni che ne esaltino il carattere sportivo o racing. 

Dimenticavo. Un altri aspetti importanti: i ragazzi del Reparto Sportivo sono gente seria e questo la dice lunga sulla bontà di tutto quanto propongono, così come la capacità del costruttore (non la scopre il sottoscritto) che rende il 1200 S obiettivamente un mezzo ben concepito.

Qui il link:  https://www.repartosportivo.com/xl1200s-track

mercoledì 8 dicembre 2021

Caffè Metallico - Sportster 1200 S cafe racer







Le cafe-racer stanno perdendo seguito negli ultimi tempi, a fronte di preparazioni in chiave street-tracker o scrambler molto più in linea con i contesti urbani fatti di strade dissestate e con la nuova moda del traverso che sembra aver colpito moltissime persone. Ovviamente (e per fortuna) non tutti la pensano così e le cafe-racer sembrano ritornare ad appannaggio di quella nicchia di affezionati che le aveva fatte conoscere diversi anni addietro. Come per tutte le elaborazioni non serve spendere una fortuna o intervenire pesantemente sulla moto per decretarne la sua perfetta riuscita. E' fondamentale operare nella maniera corretta.

Se analizziamo questo Sportster, si può vedere che è la classica moto da realizzare tranquillamente nel garage di casa: basta avere gusto e fiuto. 

Tanto per rendere l'idea, serbatoio del carburante e codone sono in alluminio, di tipo "plug in", della azienda americana Storz Performance e non necessitano di particolari accorgimenti per essere montati. Diverso il discorso dell'ampio cupolino che è stato appositamente realizzato in fibra

Ciclistica e motore sono praticamente originali. Il 1200 a quattro candele ha avuto qualche cavallo in più grazie ad un carburatore Mikuni HSR 42 ed uno scarico due-in-uno privo di silenziatore (sarebbe bello sentire la musica!), mentre la ciclistica ha una coppia di ammortizzatori di tipo "progressive" ed un cerchio da 18 pollici al posteriore (in luogo di quello originale da 16), mentre quello anteriore rimane nella misura da 19 pollici (i pneumatici sono Dunlop K427). 

Semi-manubri RSD e pedane arretrate completano l'opera. L'impianto frenante è quello originale, così come la trasmissione finale che resta a cinghia. Ben studiata la verniciatura marrone metallizzato in linea con il tipo di motocicletta. 

sabato 4 dicembre 2021

Una telefonata nella notte: è Carlo Talamo!



Il telefono squilla. Mi accingo a rispondere ma non riconosco il numero di telefono e penso che forse sia uno dei tanti call-center che vogliono proporti qualcosa. Dall'altra parte: "Ciao Ascanio sono Carlo...." La voce è inconfondibile. Il timbro ed il tono sono quelli. 

"Ciao Carlo ma allora sei con noi....." rispondo timidamente ".....non te ne sei andato come pensavamo tutti....." 

Dall'altra parte del telefono. "No Ascanio. E' solo che avevo bisogno di stare un poco tranquillo ed ho dovuto inscenare la mia morte. La pressione mi stava facendo impazzire e non riuscivo più a gestirla. Ti ripeto: volevo stare solo un poco tranquillo per i fatti miei....." Sono felice come pochi. Carlo mi è mancato per troppo tempo. 

Domando: "Ma ti posso continuare a sentire ????"

"Certamente ma ti chiamo io." 

Percepisco che è tornato in punta di piedi e vuole ristabilire i contatti con estrema calma ma, soprattutto, con chi vuole lui, senza dover essere il personaggio popolare di un tempo. 

"Ci sarai alla Fiera di Verona ???"Chiedo ancora. 

"Penso di esserci ma non lo dire."

 "Grazie mille della chiamata Carlo! Non hai idea di quanto mi ha fatto piacere!!!! Avverto Farinelli e gli dico di chiamarti...."

"Ascanio lascia stare. Digli che sono tornato ma che mi farò vivo io con lui."

Un insolito raggio di luce capitolino, dopo quasi un mese ininterrotto di nuvole e pioggia, illumina parte della mia camera da letto costringendomi alla sveglia. E' un sabato mattina diverso rispetto agli ultimi. Percepisco immediatamente che la telefonata appena ricevuta da Carlo è solo un sogno, facendo fatica a risvegliarmi. Ma in qualche modo inizio la giornata bene. Ovviamente chiamo immediatamente Farinelli (che era molto legato a Carlo. Forse uno dei pochi in grado di gestirne sul lavoro il forte temperamento) e gli racconto. Lui, come sempre, ascolta e lo sento contento.

A questo sogno possiamo dare diverse interpretazioni. E' strano però che sia arrivato in un momento così particolare anche a livello personale. La pandemia ha creato molto scompiglio facendo perdere l'orientamento a molti. Siamo inoltre nel periodo di avvicinamento al Natale. Il Natale non solo equivale ai sogni, ma è un periodo dove c'è la generale necessità di sognare. 

E tanto perchè siamo in tema, dato che ho conosciuto Carlo Talamo non appena comprato il primo Sportster, XLCR 1000 ed XR 1000 rappresentano gli Sportster dei sogni.

mercoledì 1 dicembre 2021

Sportster XLH 1962






Ci ho messo molto prima di decidere di pubblicare questo Sportster, non perchè non mi piaccia la moto, tutt'altro, ma si tratta di un mezzo totalmente originale. 

Alla fine mi sono deciso e l'ho fatto anche con una vena di polemica. In Italia le Harley-Davidson debbono per forza essere state pagate un mare di soldi (nuove o usate che sia poco importa....) eppoi o debbono essere tirate sempre a lustro oppure maltrattate ed invecchiate anche se sono appena uscite dalla concessionaria. Fuori da queste logiche le Harley-Davidson praticamente non esistono e, men che mai, lo Sportster, specialmente negli ultimi tempi quando, in seguito alla sua uscita di scena sul mercato europeo, ha visto raggiungere prezzi da capogiro per l'usato

Cosa accadrà in seguito per l'usato Sportster non è dato saperlo, ma è logico prevedere un leggero calo dei prezzi. Sostanzialmente si trovano due tipi di usato: la moto perfetta, con non molti km ed accessoriata in maniera non esagerata, oppure gli Sportster cannibalizzati, con telai segati e motori di cui non si capisce se dentro abbiano i pistoni originali oppure.......in cartone!

Questo XLH non solo è una moto originale, ma non è neppure conservata benissimo, dato che presenta evidenti segni di ruggine anche sul motore, eppure viene utilizzata regolarmente tutti i giorni (si trova in Giappone) conservando il suo indiscusso fascino. 

E, giusto per ricordare un poco di storia, si tratta di uno di quei modelli con motore Ironhead 883 prodotti prima dell'aumento di cilindrata, avvenuto nel 1972, che innalzò la potenza a circa 61 cv.

 

mercoledì 24 novembre 2021

Red Feeling - Freeway Magazine Italia



Nel lontano 1998 appare questo Sportster sulle pagine della rivista Freeway Magazine. Siamo difronte ad un modo di interpretare le customizzazioni su base Sportster molto in voga nel vecchio continente, che sostanzialmente abbina verniciature sgargianti ad ampio utilizzo di alluminio e motori elaborati in maniera ben precisa. 

Anche la scelta di alcuni componenti segue una logica dell'epoca, per non dire una vera e propria moda, come le parti in alluminio billet della azienda italiana OMP, cerchi e freni americani Performance Machine, serbatoio del carburante dalle forme allungate. Sui motori si interveniva in maniera pesante oppure, come in questo caso con filtro dell'aria aperto ed un paio di scarichi liberi (Porker Shotgun). 

Altro elemento che caratterizzava questo tipo di elaborazioni era l'ampio utilizzo di cromature o di parti alluminio billet per carter e coperchi delle testate. Per lo più chi sceglieva di elaborare lo Sportster in questo modo utilizzava la moto solo per raduni o eventi e raramente si vedevano in giro fuori da queste occasioni.

mercoledì 17 novembre 2021

Genuine Speed Sports

sportster 1200 s cafe tracker





I "maestri" di Hide Motorcycle esplorano un nuovi confini con questo Sportster  1200 S coniugando elementi di diverse tipologie di moto, dando vita ad un "ibrido" che ha il sapore di qualcosa di innovativo. 

Le linee sono filanti e dure (con il serbatoio stretto ed allungato ed il piccolo manubrio drag bar) sembrano richiamare quelle del cafe-racer per eccellenza: l'XLCR 1000. Le sovrastrutture ridotte all'inverosimile, con il parafango anteriore quasi inesistente e quello posteriore tolto dal telaio accorciato, unitamente a pneumatici leggermente tassellati ed un alleggerimento globale della moto, grazie all'utilizzo dei materiali plastici ed all'eliminazione del superfluo ed il riposizionamento di alcune parti (come la batteria tra telaio e ruota posteriore ed il serbatoio dell'olio cilindrico), sono tipiche invece delle street-tracker. Ma non si tratta di un abbinamento solo a livello estetico. 

Lo Sportster è stato migliorato nella guidabilità facendo "respirare" un poco più il motore del "quattrocandele" attraverso scarichi liberi e filtro dell'aria aperto, intervenendo anche sulla ciclistica attraverso componenti specifici con design classico come la forcella (Ceriani ???), le pinze freno Brembo e gli ammortizzatori prodotti dalla Sundance Harley-Davidson. 

Salvo il posizionamento della batteria che andrebbe rivisto, si tratta di una splendida moto che probabilmente è destinata a fare tendenza.