Harley-Davidson Sporster: la storia, le special e la pubblicità. Una sezione dedicata alle Buell motorizzate Harley-Davidson.

Visualizzazione post con etichetta Vario. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Vario. Mostra tutti i post

sabato 24 ottobre 2020

AMF Graphics








Il periodo AMF è sicuramente uno dei più brutti, se non il più brutto in assoluto, negli oltre cento anni di vita della Harley-Davidson. Nonostante tutto in oltre un decennio (1969-1981), seppur difficile a livello societario, ci furono spunti interessanti, frutto di scelte coraggiose, che aprirono poi la strada a Willie G. come guida della Company. Su tutto ricordiamo il famoso XLCR 1000, alcuni modelli dotati del parafango Boattail e le grafiche tornate oggi di moda, rispolverate sui alcuni modelli Sportster di serie.


Ecco alcune grafiche da comprare per decorare il serbatoio del vostro Sportster (….e non solo....), per tornare idealmente a quegli anni...... 


Le potete trovare su:  https://shop.rustisgold.co/


venerdì 28 febbraio 2020

Se volete una Buell......




E' dal lontano 2009 che Buell ha cessato la produzione. Gli estimatori del marchio sono ancora molti, ma gestire una Buell può rivelarsi un'impresa tragica. Ecco qualche piccolo consiglio.....


Iniziamo facendo finta di voler comprare una Buell ma non sapere a chi rivolgersi, salvo i più conosciuti portali di vendita.
Per prima cosa sarebbe il caso di sentire esperti sul caso per farsi illustrare le problematiche dei vari modelli

Tra le persone conosciute in questi anni mi sento di consigliare immediatamente di parlare con Toto Giudice di Milano (il famoso Mr. Buell Man), trovandolo al lavoro da Moto Officina Autorizzata a Milano (oppure scrivendogli su facebook). Toto ha messo le mani fin dagli inizi sulle prime Buell arrivate in Italia direttamente per Carlo Talamo, disputando anche il Campionato italiano BOT sul finire degli anni novanta.  

Altra persona che conosce molto bene la materia e che ultimamente si occupa di restauri ed elaborazioni Buell in Italia è Pierluigi Alghisi (cercatelo su facebook) presentato su questo blog tempo addietro. 

Se poi volete comprarne una potete contattare Alberto Zanini e gli amici del Reparto Sportivo (presenti anche su Instragram e Facebook sebbene abbiano base a Verona) che ve la troveranno direttamente negli States e si occuperanno di tutte le pratiche di immatricolazione e messa su strada (con relativi tagliandi). 

Si tratta di grandi appassionati e persone molto umili che credono in quello che fanno ed hanno molta cura di chi si rivolge a loro. Naturalmente ci sono anche altre persone esperte di Buell, come Andrea Arco (tanto per fare un altro esempio). Ci si può rivolgere anche ai dealer ufficiali Harley-Davidson. 

Per farvi un'idea su modelli ed elaborazioni varie, prima ancora di entrare nel dettaglio con i professionisti del settore, potrete consultare l'apposita sezione all'interno di questo blog,  sbirciare il blog dell'amico Paolo Ghirindelli, Duecilindri  oppure dare un occhiata ad elcorramotors.blogspot.com di Corrado Ottone.

Entrando nel dettaglio, sappiate che rispetto allo Sportster (che ha costi di gestione praticamente inesistenti) la Buell è molto dispendiosa, specialmente i modelli della serie XB con il telaio che funge dal serbatoio del carburante. Rispetto ai primi modelli degli anni novanta che avevano motori Sportster elaborati e montati su telai artigianali, i modelli XB hanno motori di "derivazione Sportster". Cioè si è partiti da quella base mutandone diversi componenti. Ciò rende anche più difficile la reperibilità dei ricambi. Considerate che strutturalmente i modelli XB hanno problemi di raffreddamento del cilindro posteriore che si è rotto su molti esemplari, così come molti hanno avuto problemi di malfunzionamento della pompa dell'olio che ha causato rotture nel motore.
Di seguito vi indico qualche sito internet dove potrete trovare i ricambi per Buell e farvi un'idea. 




martedì 9 aprile 2019

Link Harley-Davidson K Models

harley davidson khk






Thegoodoldmotorcyclepartscompany.com qui trovate di tutto. Negozio online abbastanza dettagliato con sezioni e sottosezioni.


Enginemotormodel.com  sito di ricambi per vecchi motori. Bisogna cercare nello specifico i modelli K


Sportyparts.com   qualche ricambio per Sportster e modelli K 


Scribd.com  cataloghi per Sportster e modelli K


Jpcycles.com  negozio statunitense specializzato in parti per HD dove è possibile trovare anche qualche ricambio per i modelli K


Lockcycleusa.com  pistoni e parti motore per modelli K


giovedì 28 febbraio 2019

Dal CAD alla strada!!!!

buell concept cad project

buell concept cad project

buell concept cad project

buell concept cad project

buell concept cad project

buell concept cad project


Vagando su internet mi sono imbattuto in questi disegni digitali che mi hanno fatto riflettere molto. Non solo si ha la netta percezione che la parola “FINE” del marchio Buell nel cuore degli appassionati sia assai lontana, ma che ci potrebbero essere ancora dei numeri interessanti di vendita


Osservate da vicino le varie proposte ed avrete anche voi la stessa sensazione. E' vero che dal disegno alla trasformazione vera e propria ci passa un mondo, ma è altrettanto vero che degli aggiustamenti del progetto originale possono essere fatti senza problemi. 


Prendiamo ad esempio la cafe-racer su base XB con la “B” in stile BSA stampata sul finto serbatoio ed in bella evidenza. Sarebbe così difficile da riprodurre nella pratica ???? La risposta è una sola: no. Vogliamo parlare anche della versione totalmente spogliata con la sigla “383” sulla trave del telaio-serbatoio del carburante ????? Ancora più semplice!


Perchè Harley-Davidson continua ad ignorare ????Voi avete qualche risposta ????? Per favore: se l'avete datemela perchè non ci sto capendo nulla...... 


venerdì 15 febbraio 2019

Sportster Hardtail Kit

sportster hardtail kit

sportster hardtail kit


In Italia una delle azioni da evitare assolutamente, se si vuole trasformare la propria moto in un chopper, è quella di montare un nuovo telaio rigido senza aver intrapreso la necessaria procedura di aggiornamento della Carta di Circolazione presso la Motorizzazione. Procedimento lungo e costoso.


Questo kit può essere montato tranquillamente sul telaio originale di qualsiasi Sportster costruito dopo il 2004, permettendo l'eliminazione degli ammortizzatori posteriori. L'operazione non è complicata ed il kit non costa molto (circa 300 Dollari USA), anche se non vi mette al riparo dall'essere fuorilegge.  

venerdì 22 giugno 2018

Festa dello Sportster!!!!

sporty meeting 2018 poster

Anche quest'anno si ripete il tradizionale appuntamento con il raduno dedicato agli Sportster il 23 giugno.


Sportster di tutti i tipi. Infatti è allestito un vero e proprio contest con diversi premi finali.
Per problemi lavorativi anche quest'anno non riuscirò ad andare complice anche la lontananza, auspicando che in futuro venga organizzato questo raduno in Centro-Italia, magari nelle regioni Marche, Umbria o Toscana. 

Comunque, tralasciando problemi legati ad aspetti logistici, invito caldamente chiunque ad andare, stante anche la grande simpatia dell'amico Paolo e l'atmosfera di pura passione che riesce a trasmettere.

Intanto godetevi il video ufficiale dell'edizione 2017.

Poi mi direte.....




sabato 3 giugno 2017

Il primo Sportster.....

sportster 883 m y 1992 white

 

Era una calda estate di oltre venti anni addietro quando, grazie a mio padre, arrivò il primo Sportster.

Le righe che seguono sono dedicate anche a lui.



“Ti ho guardata per ore
mentre mettevi in mostra le tue poche cromature.
Poi finalmente ho smesso di osservarti
e sono riuscito a toccarti.
Ed un caldo pomeriggio d’estate
siamo partiti verso distese sconfinate.
Erano i primi anni novanta
e mi spaventava il tuo peso vicino ai duecentocinquanta.
Ma ti ho sempre troppo amata
e nonostante ti sia allontanata
dopo tanti anni ti ho finalmente riconquistata”.

giovedì 17 ottobre 2013

Numero Uno

Un GENIO prematuramente scomparso. Ha inventato il marketing moderno. Ha fatto sviluppare all'ennesima potenza il fenomeno delle "special". Ha spiegato ad alcune case motociclistiche come costruire moto con la  "M" maiuscola. Prima di lui il nulla. Dopo di lui molto poco.

lunedì 25 marzo 2013

"Sexy Motor Ring" - Jacopo Monti








Duro. Diretto. Irriverente. Lo avevo visto in pista nel lontano 1997 all'ippodromo Tor di Valle di Roma, quando vinse una gara magistrale del Trofeo 883 R di Short Track. Poi ci siamo conosciuti di persona nel lontano 2011 al "Verona Bike Expo". E' nata subito una sincera amicizia che mi ha portato a voler raccontare le sue gesta per "Special Cafe".  Nel giorno del suo trentottesimo compleanno, gli faccio questo piccolo regalo, permettendo anche a molti di conoscere Jacopo (il numero di Special Cafe in questione è praticamente introvabile. Si tratta del numero più venduto in assoluto!).  Avvertenza: lontano moralisti ed impressionabili!

sabato 8 dicembre 2012

Carburatore o iniezione ??????

Quali sono le differenze tra i due modelli a livello estetico e di tecnica ???? Qui si riesce a comprendere benissimo quando ci si trova in presenza dell'uno o dell'altro.

domenica 18 novembre 2012

883 DAY - 30 maggio 1998 - Tor di Valle - Roma

Nel 1998 la Numero Uno organizza l'883 Day, in occasione del Trofeo Short Track a Tor di Valle (Roma). La gara viene vinta a mani basse dal grande Jacopo Monti. Si tratta, comunque, di iniziative volute da Carlo Talamo che intravede nella 883 grandi potenzialità per la crescita della Harley-Davidson in Italia (situazione peraltro confermata da grandi numeri di vendita negli anni a seguire).

lunedì 16 luglio 2012

" La principessa Sporty "

A vent'anni esatti da quando ritirai la mia prima Sporty, ecco una poesia dedicatale ricordando, nel contempo, colui che rese possibile il fenomeno Harley Davidson in Italia: Carlo Talamo!

“C’era una volta una motocicletta molto piccina 
che nacque a Milwakee per combattere una accanita e famigerata inglesina. 
Fin da principio, come preventivato, 
la guerra riguardò strada, circuiti e sterrato. 
Purtroppo nonostante i successi la piccola americana 
non fu trattata mai da vera sovrana. 
Finchè un bel giorno arrivò come un portento, 
colui che nel rock avrebbe portato sgomento. Il mitico Elvis la amò al primo sguardo, 
e per lei fu come uscire da un lungo letargo. 
Ma la loro storia troppo poco durò 
e la bella principessa nell’oblio ripiombò. 
Willy G. il genio di nero la vestì con un’inclinazione sportiva, 
però i cortigiani la ritennero troppo aggressiva. 
Per lei si andava profilando un’esistenza buia e sconsolata 
quando successe ciò che mai si sarebbe aspettata. 
Un buffo uomo di corte, della nazione a forma di stivale 
capì che una simil principessa andava trattata in maniera regale. 
Le diede finalmente il rispetto che le spettava 
e con le sue poesie mostrò chiaramente quanto la adorava. 
Successe così che una triste imperatrice 
acquistò quel consenso di cui era implicita portatrice.”